Drone Lily: alla ricerca di un’ottima alternativa…

Lily Drone

Oggi parliamo del drone Lily e delle sue interessanti caratteristiche che hanno subito affascinato gli amanti del settore… Purtroppo, al momento si tratta di un prodotto praticamente irreperibile. Perciò, provvederemo a spiegarvene le qualità, ma anche a consigliarvi delle valide alternative.

Le principali caratteristiche del drone Lily

Perché il drone Lily è stato apprezzato dagli esperti? Perché non si vedeva l’ora di usarlo? Dare una risposta a questa domanda è semplice. Infatti, nel 2015 venne presentato il relativo progetto ad opera dell’azienda cinese LiLy Robotics. Con accattivanti video e schede tecniche, questo prodotto attirò fin da subito l’attenzione degli appassionati del settore, in particolare per via di alcune sue speciali funzionalità.

Nello specifico, è importante sapere che questo drone è stato definito da molti un vero e proprio cameraman, chiaramente non umano ma robotico. Il modello era capace di funzionare seguendo le azioni del proprio “padrone”, che poteva guidarlo dopo aver indossato l’apposito braccialetto da polso. Con una fotocamera a 12 Megapixel e l’implementazione di numerosi componenti tecnologici, sarebbe stato davvero impossibile non apprezzare il drone Lily!

Leggero, funzionale e performante

Oltre alle caratteristiche appena elencate, è rilevante dire che questo dispositivo è stato apprezzato inoltre per la sua autonomia di 20 minuti e per la sua velocità massima di 40 Km/h. Questo quadricottero poteva inoltre riemergere dall’acqua in pochi secondi e decollare nuovamente senza riscontrare alcun tipo di problema. In pratica, quello che possiamo dire è questo: quasi tutti volevano un drone Lily! Eppure, non è stato tutto rose e fiori… Anzi, il progetto non è mai stato realizzato.

Cos’è successo dopo la presentazione del drone Lily?

Esattamente il 12 gennaio 2017, la LiLy Robotics annunciò il termine del progetto. Non è facile capire il perché. Tuttavia, per differenti motivazioni e alcune vicende giudiziarie, il drone non ha mai potuto raggiungere il mercato. Pertanto, non è mai stato venduto al pubblico.

Dopo la liquidazione della società, nel giugno del 2017, i prototipi sono stati venduti alla LR Acquisition e Mota Group ha acquisito gli indirizzi dei clienti e lo stesso marchio Lily. Successivamente, sempre grazie a Mota Group è ricomparso sul mercato un nuovo modello di drone, chiamato Lily Camera. Era più leggero e ancor più funzionale, ma non resistente all’acqua.

Ad ogni modo, trovare questo prodotto non è affatto semplice… E non sappiamo neanche se è ancora sul mercato! Insomma, è un peccato, ma questa vicenda è ancora avvolta da molti misteri…

Le alternative al drone Lily

Fortunatamente, le aziende del settore ci propongono tante altre soluzioni. A questo proposito, vi suggeriamo di prendere in considerazione le serie Mavic, Phantom e Spark di DJI, e Anafi del brand Parrot. In questo caso, la qualità non manca e la possiamo toccare con mano, anche perché i prodotti di questi marchi sono facili da reperire. Inoltre, permettono di optare per tante validissime (anzi, più che valide!) alternative al drone Lily. Quindi non perdete tempo e iniziate la vostra ricerca. Sul nostro blog potrete trovare tanti consigli, informazioni e novità da non perdere. Restate connessi!